Novena a San Camillo. Sesto giorno



Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.  Amen
Dagli scritti di San Camillo:

ORDINI ET MODI CHE SI HANNO DA TENERE
NELLI HOSPITALI IN SERVIRE
LI POVERI INFERMI

Perché le cure, maneggi delle cose temporali impediscon lo Spirito  et charità verso il prossimo, pero ognuno si guarderà di non lasciarsi indur da nissuno ad haver' simili maneggi in detti Hospitali come sono maneggi di danari e d'altre robbe, havere cura al governo della casa et maneggiare entrate di Hospitale. Pertanto ogn'uno si guarderà con ogni diligentia di non fare contro detto ordine, et se alcuno presumerà di fare o vero procurare il contrario per se ò vero per altri subito s'intenda quel tale esser fuora della Compagnia ancorché fusse il Superiore di tutti.

Padre nostro, che sei nei cieli…
Ave Maria, piena di grazia…
Gloria al Padre, al Figlio…

Preghiamo:  

Glorioso San Camillo
donaci un cuore pieno dell’amore di Dio, come il tuo.
Un cuore generoso con i poveri e gli sventurati, come il tuo.
Un cuore di Madre per servire gli infermi, come il tuo.
Un cuore tenero con i piccoli malati, come il tuo.
Un cuore forte, come il tuo.
Un cuore di frate, unito al Padre nella preghiera, come il tuo.
Un cuore semplice e consacrato a Dio, come il tuo.
Un cuore assennato e dedito a fare la volontà del Padre, come il tuo.
Concedici, Dio nostro Padre, un cuore puro come quello di San Camillo
per fare di noi buoni servitori dei malati.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

San Camillo…prega per noi.


Commenti