12 giugno 2017

12 giugno 53° anniversario della morte del Camilliano Nicola d'Onofrio

Quando il 12 giugno 1964 il giovane studente camilliano Nicola D’Onofrio chiudeva gli occhi a questa terra per tornare alla “Casa del Padre”, stroncato a soli 21 anni da un male che non perdona, furono in molti a sostenere che una vita che si presentava così ricca di belle promesse e che aveva già dato segni di profonda spiritualità, un giorno l’avrebbe certamente condotto alla dichiarazione pronunciata da Papa Francesco di avere eroicamente vissuto le “Virtù Cristiane”!
"Con il pellegrinaggio a piedi da Villamagna, paese Natale di Nicolino, a Bucchianico passando per la strada che percorreva il nostro confratello x venire a pregare San Camillo, sono iniziate le liturgie del 53° Anniversario della morte del Camilliano Nicola d Onofrio,Venerabile. È stata celebrata una Santa Messa presieduta dal nostro Padre Provinciale Antonio Marzano alla presenza dei sindaci di Villamagna e Bucchianico e del parroco del paese Natale di Nicolino. Alla fine ci siamo recati sulla tomba di Nicolino a pregare e li ho portato ognuno di voi che siete miei amici secondo le vostre intenzioni... saremo sicuramente esauditi!!!" 
preso dalla Pagina San Camillo de Lellis
Per sapere di più:
Breve riflessione di p. Giandomenico Mucci, gesuita, redattore della storica rivista “Civiltà Cattolica” 
Tratto da La civiltà cattolica, Nicola d’Onofrio. Un religioso studente di oggi, 17 Marzo 2001 Anno 152 3618
http://www.camilliani.org/wp-content/uploads/2016/06/nicolino-1.pdf

Nessun commento:

Posta un commento