12 febbraio 2017

Rieti: dalle nostre sorelle dell'Ospedale San Camillo de Lellis". Giornata Mondiale del malato.

[...] Malattia e sofferenza sono fenomeni che, se scrutati a fondo, pongono sempre interrogativi che vanno al di là della stessa medicina per toccare l'essenza della condizione umana in questo mondo (GS, 10)
Si comprende perciò facilmente quale importanza rivesta, nei servizi socio-sanitari, la presenza non solo di pastori di anime, ma anche di operatori, i quali siano guidati da una visione integralmente umana della malattia e sappiano attuare, di conseguenza, un approccio compiutamente umano al malato che soffre. Per il cristiano, la redenzione di Cristo e la sua grazia salvifica raggiungono tutto l'uomo nella sua condizione umana e quindi anche la malattia, la sofferenza e la morte [...]*
*Motu proprio DOLENTIUM HOMINUM di Giovanni Paolo II

Nessun commento:

Posta un commento