20 novembre 2016

Siena: XIV pellegrinaggio degli Universitari e accoglienza delle matricole. Partecipazione degli studenti della Scuola Infermieristica Padre Luigi Tezza di Roma

Sono stati oltre 3.500 i giovani che hanno partecipato al pellegrinaggio promosso dal Vicariato di Roma, che ha concluso l'Anno Giubilare degli universitari nella città di Siena. 
Tra di loro il gruppo di studenti del corso di laurea infermieristica Scuola Padre Luigi Tezza. Visitando i luoghi dove è vissuta Santa Caterina. 
I ragazzi sono stati accolti all'ingresso del Duomo da S.E.R. Mons. Lorenzo Leuzzi Delegato per la Pastorale Universitaria, dove dentro li aspettava l'arcivescovo di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino, Antonio Buoncristiani, che ha ricordato loro che il Duomo e la città hanno un particolare disegno teologico, invitandoli a visitare la Basilica di San Francesco dove sono conservate alcune particole rubate e ritrovate nel 1730, e da allora conservate miracolosamente intatte.
Santuario di Santa Caterina
Basilica di San Francesco dove si è concluso il pellegrinaggio con l'Adorazione Eucaristica e una fiaccolata attraverso le strade della città che ha riportato i giovani verso i pullman per fare ritorno a Roma.
[Le particole sono risultate 225, più alcuni frammenti, come nella precedente ricognizione, si legge in una nota della curia, e sono “incontaminate” e “visibilmente in ottimo stato di conservazione”, tuttora inspiegabile in termini naturali. Le particole si sono ridotte numericamente nel tempo (da 351 che erano), per un semplice motivo: perché, fra le tante "prove" eseguite nei secoli passati, ci fu anche il comunicare con esse delle persone che ne saggiassero il gusto. Che è risultato, esso pure - come attestano i resoconti - non alterato. https://youtu.be/0KRwRN88LkA.] 
A te la grande scelta: essere nella storia, o uscire dalla storia?
"Le utopie, anche religiose, ti portano fuori. Il Vangelo della misericordia ci sollecita ad essere dentro. Non avere paura se ciò comporterà qualche modifica della tua esistenza, qualche scelta da rivedere, qualche prospettiva che ti sembrava necessaria. Con gli occhi di Gesù imparerai a costruire una storia dove scoprirai la gioia della tua identità, della tua stabilità e della tua eternità. sarai nella storia "qualcuno" e non qualcosa, come è avvenuto per Santa Caterina da Siena, una donna qualunque e insignificante, che è diventata qualcuno per molti e ancora oggi continua ad essere punto di riferimento per costruire una società fondata sulla dignità dell'uomo"  
dalla lettera agli studenti universitari di Roma, Mons. Lorenzo Leuzzi

Nessun commento:

Posta un commento