27 giugno 2015

“Invecchiare con dignità ed eleganza: un imperativo etico ed anche una scelta personale!"

In vista della festa di San Camillo (14 luglio), p. Leocir Pessini, Superiore Generale dell’Ordine dei Camilliani, indirizza una Lettera Pastorale a tutti i membri dell’Istituto, in modo particolare ai Confratelli anziani ed ammalati.
(alle consorelle anziane ed ammalate)

[...] Nell'anno speciale che la Chiesa cattolica dedica alla Vita Consacrata, siamo invitati a “guardare al passato con gratitudine, a vivere con passione il presente, e a servire con samaritano compassione e ad abbracciare il futuro con speranza”[...]

«È una lettera che nelle sue intenzioni originarie desidera essere di natura “pastorale” e si auspica possa essere fatta oggetto di lettura personale ma anche di riflessione e di confronto a livello comunitario, soprattutto nelle comunità dove siamo maggiormente coinvolti nell'assistenza diretta ai confratelli anziani ed ammalati.
Il testo è piuttosto ampio, soprattutto nella prima parte che si preoccupa di offrire un quadro esaustivo dello sviluppo demografico nella società moderna che sta “invecchiando” molto rapidamente. Tale aspetto forse può non interessare immediatamente e come tale si può bypassare per arrivare alle suggestioni che più ci riguardano come religiosi che devono allenarsi per invecchiare con “dignità ed eleganza”».


Sacrica il Testo completo ITALIANO, SPAGNOLO, PORTOGHESE.
dal Sito: www.camilliani.org

Nessun commento:

Posta un commento